Situazione gestione rifiuti

Cari concittadini,
come molti di voi già sanno, lo smaltimento dei rifiuti ha avuto dei cambiamenti nelle ultime settimane. Nei primi giorni di luglio, il centro di compostaggio Kalatambiente è stato colpito da un incendio, il nostro rifiuto organico, quindi, non poteva essere lì conferito. Ci è stato assicurato che entro qualche settimana il centro sarebbe stato di nuovo operativo, il tempo necessario per il ripristino. Siamo quindi stati quasi “obbligati” a portare l’umido differenziato in una discarica dove si raccoglie l’indifferenziato per problemi, ripeto, che vanno oltre le nostre possibilità. Dal 20 luglio circa, il centro è stato riaperto e il nostro rifiuto organico viene regolarmente conferito. Giorno 8 Agosto tramite una nota di Kalatambiente ci viene comunicato che per problemi impiantistici a far data dal 10/8 non era possibile ricevere più il rifiuto organico. Da quella data ci siamo messi a lavoro per la risoluzione della problematica dopo ovviamente aver emesso una seconda ordinanza di conferimento in discarica. Dopo qualche giorno, e avendo contattato gli uffici competenti della Regione Siciliana, abbiamo individuato un secondo centro di compostaggio a Belpasso (CT) e dopo le operazioni burocratiche necessarie conferiamo il nostro rifiuto organico da giorno 20/8. Qualche “utile idiota” non potrà mai distruggere ció che di buono abbiamo messo in piedi con sacrificio e tanta soddisfazione. Siamo un paesino civile e da esempio per moltissimi Comuni della Sicilia. Dobbiamo andare oltre le difficoltà che ci spingerebbero a mollare tutto, perché non possono essere gli errori di altri a buttare in aria quello che abbiamo fortemente voluto e ottenuto. Presto, speriamo, questa situazione sarà risolta definitivamente, trovando una soluzione per far conferire i Comuni del siracusano in un centro di compostaggio nel territorio provinciale. Vi chiedo di avere tenacia. A volte le cose non si devono fare per dimostrare per forza quello che siamo o che valiamo. Non dobbiamo farle perché ci vengono imposte dall’alto. Le proiezioni del mese di Agosto 2017 ci proiettano comunque a superare il 70%. Qualcuno continua a speculare sulle disgrazie altrui, qualcuno continua a mentire, sapendo di mentire, qualcuno racconta frottole pur conoscendo le regole. La raccolta differenziata ed il rispetto dell’ambiente sono le priorità assolute di qualsiasi paese che si definisca “civile”. Solarino è civile, Solarino non ha bisogno di dimostrare quello che vale, Solarino è una comunità che continua il percorso intrapreso e che non ha alcuna intenzione di mollare. Ed io sono orgoglioso di essere il Sindaco di questa comunità.

Sebastiano Scorpo